UPMC Faces Class-Action Lawsuit Alleging Exploitation of Workers

UPMC Affronta una Class Action che Accusa lo Sfruttamento dei Lavoratori

Una recente class action è stata presentata contro il colosso sanitario UPMC, accusando l’organizzazione di sfruttare la propria dominanza di mercato depressione dei salari e imponendo pesanti carichi di lavoro ai dipendenti. La causa legale sostiene che questi problemi si sono aggravati con l’espansione di UPMC in Pennsylvania, lasciando sia i pazienti che gli operatori sanitari con meno alternative e meno concorrenza.

La causa legale, presentata dall’infermiera Victoria Ross, cerca un risarcimento per i dipendenti qualificati nel settore sanitario assunti da UPMC dal 1996. UPMC, con sede a Pittsburgh, è il più grande datore di lavoro privato della Pennsylvania e il 18° più grande sistema ospedaliero del paese, con un fatturato annuo di 26 miliardi di dollari.

Secondo il reclamo, UPMC ha ottenuto gran parte della sua crescita attraverso condotte anticoncorrenziali, acquisendo o fusionandosi con altri fornitori di assistenza sanitaria e spesso forzando tagli o chiusure in queste strutture. Nel corso degli anni, UPMC ha chiuso quattro ospedali e ridimensionato diversi altri, portando all’eliminazione di oltre 350 posti letto e circa 1.367 posti di lavoro a tempo pieno.

Queste accuse si allineano alle denunce sollevate nel 2023 da SEIU Healthcare Pennsylvania, che ha chiesto al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti di investigare potenziali violazioni delle leggi federali sul lavoro da parte di UPMC.

La causa legale sostiene che la posizione dominante di mercato di UPMC gli ha permesso di ridurre i salari dei lavoratori. Il reclamo sottolinea che i dipendenti hanno persino coniato il termine “Mi paghi poco” come battuta per descrivere la situazione. Inoltre, il reclamo sostiene che UPMC aumenta i carichi di lavoro dello staff nelle comunità in cui ha un’ampia presenza nel mercato sanitario. Questa pratica compromette le condizioni di lavoro e la qualità delle cure.

Tuttavia, a causa della significativa presenza di UPMC, gli operatori sanitari in molte aree faticano a trovare lavoro al di fuori del sistema. La mancanza di alternative praticabili costringe di fatto i lavoratori ad accettare condizioni di lavoro sfavorevoli, secondo il reclamo. Inoltre, la causa legale sostiene che UPMC ha ostacolato i tentativi dei lavoratori di richiedere migliori condizioni di lavoro, citando un basso tasso di sindacalizzazione e numerose accuse di pratiche sindacali scorrette.

La causa legale afferma che UPMC esercita il controllo sui suoi dipendenti attraverso clausole di non concorrenza e la paura di essere messi nella lista nera per future opportunità di lavoro. La struttura salariale dell’organizzazione limita anche la capacità dei dipendenti di aumentare i guadagni cercando lavoro in altri ospedali all’interno della rete di UPMC. Questa mancanza di mobilità professionale ostacola il progresso professionale e la possibilità di negoziare migliori condizioni di lavoro.

UPMC non ha ancora fornito una confutazione delle accuse e il loro portavoce ha rifiutato di commentare la questione. Tuttavia, UPMC ha già dichiarato che non ci sono politiche che impediscono ai dipendenti di essere assunti altrove e che il loro livello di personale è determinato dalle esigenze dei pazienti piuttosto che da rapporti stabiliti.

Domande frequenti (FAQ)

Di cosa tratta la class action contro UPMC?
La class action contro UPMC accusa l’organizzazione di sfruttare la propria dominanza di mercato depressione dei salari e imponendo pesanti carichi di lavoro ai dipendenti. Sostiene che questi problemi si sono aggravati con l’espansione di UPMC in Pennsylvania, lasciando sia i pazienti che gli operatori sanitari con meno alternative e meno concorrenza.

Chi ha presentato la causa contro UPMC?
La causa è stata presentata dall’infermiera Victoria Ross. Cerca un risarcimento per i dipendenti qualificati nel settore sanitario assunti da UPMC dal 1996.

Quali sono le accuse contro UPMC?
La causa legale sostiene che UPMC ha ottenuto gran parte della sua crescita attraverso condotte anticoncorrenziali, acquisendo o fusionandosi con altri fornitori di assistenza sanitaria e spesso forzando tagli o chiusure in queste strutture. Sostiene anche che UPMC ha ridotto i salari dei lavoratori, aumentato i carichi di lavoro dello staff e ostacolato i tentativi dei lavoratori di richiedere migliori condizioni attraverso clausole di non concorrenza e la paura di essere messi nella lista nera per future opportunità di lavoro.

Quali sono state le conseguenze delle azioni di UPMC sugli operatori sanitari?
A causa della significativa presenza di UPMC, gli operatori sanitari in molte aree faticano a trovare lavoro al di fuori del sistema. La mancanza di alternative praticabili costringe i lavoratori ad accettare condizioni di lavoro sfavorevoli. La causa legale sostiene che le azioni di UPMC abbiano compromesso le condizioni di lavoro e la qualità delle cure.

Come ha risposto UPMC alle accuse?
UPMC finora non ha fornito una confutazione delle accuse e il loro portavoce ha rifiutato di commentare la questione. Tuttavia, UPMC ha già dichiarato che non ci sono politiche che impediscono ai dipendenti di essere assunti altrove e che il loro livello di personale è determinato dalle esigenze dei pazienti piuttosto che da rapporti stabiliti.

All Rights Reserved 2021
| .
Privacy policy
Contact