Separating Fact from Fiction: Debunking Elderberry Myths

Separa il vero dal falso: Smentendo i miti sull’elderberry

Gli elderberry sono da lungo tempo considerati un super frutto con proprietà immunostimolanti. Tuttavia, durante la pandemia di COVID-19, le false informazioni sul potere di questo frutto si sono diffuse in modo incontrollato. Anche il National Institutes of Health (NIH) ha dovuto rilasciare una dichiarazione per chiarire che gli elderberry non possono contrastare il virus. Quindi, separiamo il vero dal falso e analizziamo i veri benefici per la salute degli elderberry.

È importante notare che gli elderberry crudi, così come le foglie e i fusti, sono tossici e possono causare nausea, vomito e diarrea. Pertanto, si consiglia di acquistare prodotti a base di elderberry preconfezionati anziché consumare il frutto crudo. La ricerca scientifica sugli elderberry è ancora in fase iniziale e, sebbene vi siano numerosi resoconti aneddotici che ne supportano i benefici, mancano ancora evidenze scientifiche concrete.

Tradizionalmente, gli elderberry sono stati utilizzati per trattare raffreddori, congestioni e influenza per migliaia di anni. Tuttavia, la ricerca scientifica non ha ancora confermato completamente questa lunga e storica storia. Alcuni studi hanno mostrato potenziali effetti benefici nel ridurre i sintomi dell’influenza e delle infezioni delle vie respiratorie superiori, mentre altri non hanno riscontrato alcun impatto. Ulteriori ricerche cliniche sono necessarie per determinare i veri benefici per la salute degli elderberry, in particolare il loro impatto sul sistema respiratorio.

È fondamentale sottolineare che gli elderberry non prevengono né curano il COVID-19. Non esistono studi pubblicati che valutino gli elderberry come trattamento per il virus o i suoi sintomi. In effetti, consumare elderberry mentre si ha il virus COVID-19 potrebbe potenzialmente causare insufficienza respiratoria acuta. Pertanto, si consiglia di evitare gli elderberry se si è positivi al virus.

Gli elderberry contengono antiossidanti che possono aiutare a ridurre i radicali liberi e lo stress ossidativo, che sono correlati a malattie croniche come il cancro, l’asma, il diabete e la demenza. Tuttavia, ulteriori ricerche sono necessarie per stabilire un collegamento definitivo tra gli elderberry e la prevenzione delle malattie.

Ci sono alcune promettenti ricerche sugli animali che indicano che gli elderberry potrebbero migliorare la salute cardiovascolare. Tuttavia, non è ancora stato stabilito un collegamento confermato. Includere gli elderberry in un piano alimentare salutare che comprenda una dieta a base vegetale e ricca di antiossidanti potrebbe avere alcuni benefici per la salute del cuore.

Per quanto riguarda il dosaggio, non esiste una raccomandazione standard per il consumo di elderberry. Se lo si utilizza come alimento, è improbabile che ne si assuma troppo. Tuttavia, se si assume elderberry come integratore, è necessario seguire le istruzioni riportate sulla confezione. È anche consigliabile prendere in considerazione l’assunzione di vitamina C, zinco o una combinazione dei tre insieme agli elderberry per supportare il sistema immunitario.

Quando si acquistano integratori di elderberry, è bene scegliere quelli di aziende affidabili. Scegliere opzioni certificate da organizzazioni terze come il Banned Substances Control Group (BSCG), NSF o USP.

Le persone in gravidanza e in allattamento dovrebbero evitare completamente gli elderberry, secondo il NIH. Inoltre, è fondamentale consultare il proprio medico prima di aggiungere qualsiasi integratore alla propria routine, poiché ognuno ha una storia medica unica.

In conclusione, sebbene gli elderberry abbiano una lunga storia di utilizzo e potenziali benefici per la salute, mancano ancora evidenze scientifiche. Dare priorità a una dieta equilibrata e salutare, a un sonno di qualità, a un esercizio regolare e a abitudini di vita generalmente salutari rimane il miglior approccio per sostenere il sistema immunitario. Gli elderberry possono essere gustati come parte di una dieta ben bilanciata, ma non dovrebbero sostituire alimenti integrali e nutrienti.

FAQ:

D: Gli elderberry possono combattere il virus COVID-19?
R: No. Il National Institutes of Health (NIH) ha chiarito che gli elderberry non possono contrastare il virus. Consumare elderberry mentre si ha il virus COVID-19 potrebbe potenzialmente causare insufficienza respiratoria acuta.

D: Gli elderberry crudi sono tossici?
R: Sì. Gli elderberry crudi, così come le foglie e i fusti, sono tossici e possono causare nausea, vomito e diarrea. Si consiglia di acquistare prodotti a base di elderberry preconfezionati anziché consumare il frutto crudo.

D: Esistono evidenze scientifiche a supporto dei benefici per la salute degli elderberry?
R: La ricerca scientifica sugli elderberry è ancora in fase iniziale e, sebbene vi siano numerosi resoconti aneddotici che ne supportano i benefici, mancano ancora evidenze scientifiche concrete. Ulteriori ricerche cliniche sono necessarie per determinare i veri benefici per la salute degli elderberry.

D: Gli elderberry possono prevenire o trattare il COVID-19?
R: No. Non esistono studi pubblicati che valutino gli elderberry come trattamento per il virus o i suoi sintomi. Gli elderberry non prevengono né curano il COVID-19.

D: Ci sono potenziali rischi o effetti collaterali nell’assumere elderberry?
R: Sì. Le persone in gravidanza e in allattamento dovrebbero evitare completamente gli elderberry. È anche consigliabile consultare il proprio medico prima di aggiungere qualsiasi integratore alla propria routine, poiché ognuno ha una storia medica unica. Gli elderberry, se consumati crudi, possono causare tossicità.

Definizioni:

– Immunostimolanti: si riferisce alla capacità di una sostanza o di un alimento di potenziare il funzionamento del sistema immunitario.
– Preconfezionati: si riferisce a prodotti a base di elderberry pronti all’uso o disponibili in commercio.
– Evidenze aneddotiche: si riferisce a prove o informazioni basate su resoconti personali, esperienze o storie, piuttosto che su ricerche scientifiche o dati.
– Sistema respiratorio: si riferisce agli organi e ai tessuti coinvolti nella respirazione, inclusi i polmoni, le vie respiratorie e il diaframma.
– Antiossidanti: sostanze che possono prevenire o rallentare i danni alle cellule causati dai radicali liberi. Gli elderberry contengono antiossidanti che possono aiutare a ridurre i radicali liberi e lo stress ossidativo.
– Malattie croniche: si riferisce a condizioni mediche a lungo termine e persistenti, come il cancro, l’asma, il diabete e la demenza.
– Salute cardiovascolare: si riferisce alla salute e al benessere del cuore e dei vasi sanguigni.
– Dosaggio: si riferisce alla quantità e alla frequenza consigliata di consumo di una particolare sostanza o medicinale.
– Organizzazioni terze: si riferisce a organizzazioni indipendenti che certificano la qualità e la sicurezza dei prodotti. Gli esempi menzionati nell’articolo includono il Banned Substances Control Group (BSCG), NSF o USP.

Link correlati suggeriti:

– National Institutes of Health (NIH)
– Banned Substances Control Group (BSCG)
– NSF
– USP

All Rights Reserved 2021
| .
Privacy policy
Contact