Scoperta una connessione genetica tra la schizofrenia e i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari

Scoperta una connessione genetica tra la schizofrenia e i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari

Un recente studio pubblicato sull’American Journal of Psychiatry ha rivelato una sovrapposizione genetica tra la schizofrenia e i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari (MCV). La ricerca, condotta da Linn Rødevand, dottorato di ricerca, presso il Norwegian Center for Mental Disorders Research, aveva lo scopo di comprendere meglio le basi genetiche comuni di queste condizioni.

I risultati indicano che gli individui affetti da schizofrenia presentano una predisposizione genetica al fumo e un ridotto rischio genetico di obesità. Lo studio ha analizzato i risultati dello studio di associazione a livello del genoma (GWAS) e ha trovato una vasta sovrapposizione genetica tra la schizofrenia e i fattori di rischio delle MCV, con un focus sull’indice di massa corporea (BMI) e l’inizio del fumo.

I risultati mettono in evidenza l’importanza dei fattori ambientali nello sviluppo dell’obesità e di altre comorbilità delle MCV tra gli individui affetti da schizofrenia. Sono state identificate diverse locazioni specifiche condivise tra la schizofrenia e il rapporto vita-fianchi, la pressione sanguigna, il diabete di tipo 2, i lipidi e le malattie delle arterie coronarie.

La sovrapposizione genetica tra schizofrenia e comportamento di fumo suggerisce che gli individui affetti da schizofrenia possano essere più influenzati dalle proprietà addictive della nicotina. Gli autori evidenziano che il fumo potrebbe fungere da forma di automedicazione per i pazienti affetti da schizofrenia.

Inoltre, lo studio ha scoperto che le persone affette da schizofrenia presentano una predisposizione genetica ad un BMI più basso. Tuttavia, l’obesità è ancora più prevalente tra gli individui affetti da schizofrenia rispetto alla popolazione generale. Fattori diversi dalle varianti genetiche comuni, come i farmaci antipsicotici, i sintomi, la depressione e le sfide socioeconomiche, svolgono un ruolo significativo nell’aumento di peso tra gli individui affetti da schizofrenia.

Le locazioni genetiche sovrapposte tra schizofrenia e vari fattori di rischio delle malattie cardiovascolari avevano direzioni di effetto miste. Ciò suggerisce che sottogruppi di persone affette da schizofrenia possono differire nella loro vulnerabilità genetica alle MCV, il che potrebbe spiegare le variazioni di comorbilità delle MCV osservate tra i pazienti.

In conclusione, questo studio getta luce sulle basi genetiche comuni tra schizofrenia e fattori di rischio delle malattie cardiovascolari. Comprendere queste sovrapposizioni genetiche può fornire preziose informazioni sullo sviluppo e il trattamento di entrambe le condizioni.

Fonti:
– “Caratterizzazione delle basi genetiche comuni tra schizofrenia e fattori di rischio delle malattie cardiovascolari.” American Journal of Psychiatry.
– Norwegian Center for Mental Disorders Research all’Università di Oslo.

All Rights Reserved 2021.
| .