New Proposal Aims to Expand Vaccination Access for Children in New Zealand

Proposta di ampliare l’accesso alla vaccinazione per i bambini in Nuova Zelanda

I medici di base in Nuova Zelanda sono in disaccordo con Pharmac riguardo a una proposta che potrebbe consentire ai farmacisti di somministrare una gamma più ampia di vaccinazioni ai bambini. Pharmac, l’agenzia di controllo farmaceutico del governo, sta attualmente cercando feedback sulla rimozione della restrizione “Xpharm” che impedisce ai farmacisti di somministrare determinati vaccini finanziati ai bambini.

La proposta mira a rimuovere la restrizione Xpharm da vaccini, tra cui difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B, pneumococco (conjugato PCV13), rotavirus e vaccini per varicella (varicella) per i bambini a partire dal 1 marzo. Geraldine MacGibbon, direttore dei farmaci di Pharmac, ritiene che questo cambiamento aumenterebbe efficacemente i tassi di vaccinazione infantile in tutto il paese.

MacGibbon sottolinea che le farmacie hanno già dimostrato di essere un’opzione di successo per le persone che desiderano accedere a vaccini come quelli per COVID-19 e l’influenza, che non sono soggetti a restrizioni. L’organizzazione Te Whatu Ora sta collaborando con i leader sia del settore farmaceutico che delle pratiche generali per eliminare questa restrizione.

D’altra parte, l’organizzazione dei medici di base, GenPro, esprime preoccupazione che questa proposta trascuri un’opportunità per rafforzare i fornitori esistenti di vaccinazioni. Il dott. Angus Chambers, presidente di GenPro, sostiene che le cliniche dei medici di base offrono servizi completi per le immunizzazioni infantili che consentono di identificare eventuali problemi di sviluppo o di salute nei bambini.

Pur riconoscendo l’importanza della medicina generale, Alana Ewe-Snow, direttrice della prevenzione presso Te Whatu Ora, menziona che saranno compiuti sforzi per garantire che solo le persone che non possono raggiungere una clinica medica generale o non hanno un medico ricevano servizi di immunizzazione presso le farmacie. Ewe-Snow sottolinea che la rimozione della restrizione Xpharm è solo il primo passo e attualmente è in corso un programma di formazione per supportare i farmacisti che desiderano ampliare le proprie competenze includendo le immunizzazioni infantili.

Per fornire feedback sulla proposta di rimozione della restrizione Xpharm, è possibile inviare un’e-mail a [email protected] entro le 17:00 di lunedì 29 gennaio 2024. Tutti i feedback ricevuti saranno condivisi con Te Whatu Ora, contribuendo ulteriormente al processo decisionale.

Domande frequenti (FAQ) – Proposta di Pharmac sull’ampliamento delle vaccinazioni per i bambini

D: Qual è l’attuale disaccordo tra i medici di base e Pharmac in Nuova Zelanda?
R: C’è un disaccordo riguardo a una proposta di Pharmac per rimuovere la restrizione “Xpharm”, che impedisce ai farmacisti di somministrare determinati vaccini finanziati ai bambini.

D: Quali vaccini potrebbero essere interessati dalla proposta?
R: La proposta mira a rimuovere la restrizione Xpharm da vaccini, tra cui difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus influenzae di tipo B, pneumococco (conjugato PCV13), rotavirus e vaccini per varicella (varicella) per i bambini a partire dal 1 marzo.

D: Cos’è Pharmac?
R: Pharmac è l’agenzia di controllo farmaceutico del governo in Nuova Zelanda.

D: Qual è l’obiettivo della proposta secondo Pharmac?
R: Pharmac ritiene che la rimozione della restrizione Xpharm aumenterebbe efficacemente i tassi di vaccinazione infantile in tutto il paese.

D: Chi sta lavorando per rimuovere la restrizione?
R: L’organizzazione Te Whatu Ora sta collaborando con i leader sia del settore farmaceutico che delle pratiche generali per eliminare la restrizione.

D: Quali sono le preoccupazioni espresse dai medici di base (GPs)?
R: L’organizzazione dei medici di base, GenPro, è preoccupata che la proposta trascuri un’opportunità per rafforzare i fornitori esistenti di vaccinazioni. Sostengono che le cliniche dei medici di base offrono servizi completi per le immunizzazioni infantili che consentono di identificare eventuali problemi di sviluppo o di salute nei bambini.

D: Come verrà affrontata la questione dell’accessibilità?
R: Saranno compiuti sforzi per garantire che solo le persone che non possono raggiungere una clinica medica generale o non hanno un medico ricevano servizi di immunizzazione presso le farmacie.

D: Qual è il passaggio aggiuntivo che viene intrapreso oltre alla rimozione della restrizione Xpharm?
R: Attualmente è in corso un programma di formazione per supportare i farmacisti che desiderano ampliare le proprie competenze includendo le immunizzazioni infantili.

D: Come possono gli individui fornire feedback sulla proposta?
R: Gli individui possono inviare un’e-mail a [email protected] entro le 17:00 di lunedì 29 gennaio 2024 per fornire feedback sulla proposta di rimozione della restrizione Xpharm.

Definizioni:
– Medici di base (GPs): Medici che forniscono servizi sanitari primari alle persone.
– Pharmac: L’agenzia di controllo farmaceutico del governo in Nuova Zelanda.
– Xpharm: Una restrizione che impedisce ai farmacisti di somministrare determinati vaccini finanziati ai bambini.
– Te Whatu Ora: Un’organizzazione che lavora per eliminare la restrizione Xpharm collaborando con i leader del settore farmaceutico e delle pratiche generali.

Link correlati suggeriti:
– Pharmac (Sito ufficiale): Sito web ufficiale di Pharmac per ulteriori informazioni sul loro ruolo e iniziative.
– GenPro (Sito ufficiale): Sito web ufficiale dell’organizzazione dei medici di base per saperne di più sulle loro preoccupazioni e prospettive.
– Te Whatu Ora (Sito ufficiale): Sito web ufficiale di Te Whatu Ora, l’organizzazione che si impegna per la rimozione della restrizione Xpharm.

All Rights Reserved 2021
| .
Privacy policy
Contact