The Pharmacy Crisis: A Documentary Sheds Light on the Struggles of the Profession

La crisi delle farmacie: un documentario mette in luce le lotte della professione

La crisi delle farmacie è un problema molto sentito da farmacisti e tecnici da lungo tempo: la pandemia di COVID-19 ha solo peggiorato queste problematiche preesistenti quali retribuzioni basse e carichi di lavoro schiaccianti. Anaïs Webster Mennuti, farmacista e scrittrice, ha deciso di agire creando un documentario che esplora le condizioni disastrose della professione farmaceutica.

Intitolato “Harmacy”, il documentario mira a sensibilizzare sulle difficoltà affrontate dai farmacisti, dai tecnici e dal pubblico a causa delle tendenze preoccupanti del settore. Webster Mennuti ha formato una squadra e si è avventurata in un viaggio attraverso il paese per condurre interviste e raccogliere materiale per il film.

Mentre il documentario mette in evidenza le sfide portate dalla pandemia, affronta anche problemi di lunga data all’interno della professione farmaceutica. Questioni come tariffe di rimborso basse, carenza di personale e la chiusura delle farmacie rurali hanno ottenuto l’attenzione nazionale. La concentrazione dell’industria ha sollevato preoccupazioni anche sulla perdita di accesso alle farmacie di comunità.

Il progetto documentario ha ottenuto il sostegno dell’Associazione delle Farmacie dello Stato dell’Oregon, che ha contribuito finanziariamente per aiutare a realizzarlo. Brian Mayo, direttore esecutivo dell’associazione, ritiene che “Harmacy” rappresenti un’occasione rara per far luce su un’area spesso trascurata della cura dei pazienti.

Webster Mennuti, che ha vissuto di persona l’evolversi del panorama della professione farmaceutica, mira a mettere in evidenza l’importanza dei farmacisti come ultima linea di difesa per garantire la sicurezza dei pazienti. La somministrazione di una ricetta non riguarda solo prendere il farmaco dallo scaffale: i farmacisti devono inserirlo nel computer, verificare la dose e il medicinale corretti, controllare le possibili interazioni con altri farmaci e offrire consulenze. Nell’ambiente impegnativo delle farmacie al dettaglio, questi compiti sono spesso aggravati dalle aspettative di produttività.

Attraverso interviste a farmacisti, tecnici e pazienti, “Harmacy” mira a evidenziare le sfide e le pressioni affrontate dai professionisti delle farmacie. Si propone di educare il pubblico sul ruolo fondamentale dei farmacisti e sulla necessità di un cambiamento nel settore.

Illuminando le lotte della professione farmaceutica, “Harmacy” offre una nuova prospettiva su questo campo vitale ma spesso trascurato dell’assistenza sanitaria. Il documentario rappresenta un appello all’azione per affrontare i problemi sistematici che affliggono le farmacie e sostiene un futuro più solidale e sostenibile sia per i farmacisti che per i tecnici.

**FAQ**

1. Di cosa tratta il documentario “Harmacy”?
“Harmacy” è un documentario che mira a sensibilizzare sulle condizioni disastrose affrontate dai farmacisti, dai tecnici e dal pubblico a causa delle tendenze preoccupanti della professione farmaceutica.

2. Quali argomenti esplora il documentario?
Il documentario esplora le sfide portate dalla pandemia di COVID-19, nonché i problemi di lunga data all’interno della professione farmaceutica. Questi includono tariffe di rimborso basse, carenza di personale, chiusura delle farmacie rurali e concentrazione dell’industria.

3. Chi è Anaïs Webster Mennuti?
Anaïs Webster Mennuti è una farmacista e scrittrice che ha creato il documentario “Harmacy”. Ha un’esperienza diretta del panorama in evoluzione della professione farmaceutica.

4. Come ha raccolto materiale per il documentario Webster Mennuti?
Webster Mennuti ha formato una squadra e ha condotto interviste in tutto il paese per raccogliere materiale per il film.

5. Che tipo di sostegno ha ricevuto il documentario?
L’Associazione delle Farmacie dello Stato dell’Oregon ha sostenuto il documentario contribuendo finanziariamente per aiutare a realizzarlo.

6. Cosa pensa il direttore esecutivo dell’Associazione delle Farmacie dello Stato dell’Oregon del documentario?
Brian Mayo, direttore esecutivo dell’Associazione delle Farmacie dello Stato dell’Oregon, ritiene che “Harmacy” rappresenti un’occasione rara per far luce su un’area spesso trascurata della cura dei pazienti.

7. Quali compiti devono svolgere i farmacisti quando compilano una ricetta?
Quando compilano una ricetta, i farmacisti devono inserirla nel computer, verificare la dose e il medicinale corretti, controllare le possibili interazioni con altri farmaci e offrire consulenze. Questo è in aggiunta all’ambiente impegnativo delle farmacie al dettaglio e alle aspettative di produttività.

8. Qual è l’obiettivo di “Harmacy”?
L’obiettivo di “Harmacy” è mettere in luce le sfide e le pressioni affrontate dai professionisti delle farmacie e educare il pubblico sul ruolo fondamentale dei farmacisti. Promuove anche il cambiamento nel settore.

Definizioni:
– Tariffe di rimborso: l’importo di denaro che i farmacisti ricevono per fornire servizi farmaceutici, di solito determinato dalle compagnie assicurative o dai programmi governativi.
– Carenza di personale: quando non ci sono abbastanza membri dello staff disponibili per svolgere il carico di lavoro e le responsabilità di una farmacia.
– Concentrazione: la fusione o l’acquisizione di piccole farmacie da parte di grandi catene di farmacie o aziende.
– Farmacia di comunità: una farmacia di quartiere in cui le persone possono accedere a farmaci con prescrizione e ad altri prodotti e servizi sanitari.

Link correlati suggeriti:
– Pharmacy Times (https://www.pharmacytimes.com/)
– American Society of Health-System Pharmacists (https://www.ashp.org/)

All Rights Reserved 2021
| .
Privacy policy
Contact