The Importance of Vaccination for Seniors: Protecting Against Tripledemic Threats

Importanza della vaccinazione per gli anziani: protezione contro le minacce della triplice pandemia

Il panorama della prevenzione delle gravi infezioni respiratorie negli adulti, specialmente negli anziani e in coloro con patologie croniche, ha subito significativi cambiamenti. La “triplice pandemia” dell’influenza, del COVID-19 e del virus respiratorio sinciziale (RSV) rappresenta ora una nuova sfida. Sebbene si creda ampiamente che i vaccini antinfluenzali siano superflui dopo il Ringraziamento, i dati storici mostrano che l’influenza raggiunge il picco a febbraio e può estendersi fino alla primavera. Al contrario, il RSV si verifica prevalentemente in autunno. Con il COVID-19 che diventa endemico, si prevede che il RSV avrà anche una predominanza autunnale.

Per affrontare queste sfide in evoluzione, sono ora disponibili diverse formulazioni di vaccini antinfluenzali. I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomandano che le persone di età superiore ai 65 anni ricevano uno dei tre tipi di vaccini: dose elevata, ricombinante o adiuvato. Questi vaccini hanno dimostrato maggiore efficacia in questa fascia di età. Tra di essi, il vaccino ad alta dose ha una vasta esperienza clinica ed è il più studiato, rendendolo una scelta consigliata.

L’influenza può avere gradi di virulenza variabili di anno in anno. Tuttavia, dal 2010 al 2016, il vaccino antinfluenzale ha previsto efficacemente milioni di malattie, ospedalizzazioni e decessi negli Stati Uniti. Nei periodi di punta, i decessi correlati all’influenza possono arrivare fino a 60.000. Allo stesso modo, il vaccino COVID-19 ha svolto un ruolo cruciale nel salvare vite umane e prevenire le ospedalizzazioni. Si stima che abbia impedito 18,5 milioni di ospedalizzazioni e salvato 3,2 milioni di vite americane. Nonostante il successo dei vaccini, il COVID-19 rimane una minaccia, in particolare per gli adulti anziani, causando migliaia di ospedalizzazioni e decessi settimanali negli Stati Uniti.

Il RSV, un tempo considerato una malattia esclusiva dell’infanzia, è ora riconosciuto come una minaccia importante per gli adulti anziani, specialmente quelli con patologie sottostanti. Ogni anno, oltre 14.000 anziani muoiono a causa del RSV. Sono disponibili vaccini e iniezioni di anticorpi per prevenire le infezioni respiratorie inferiori nei gruppi vulnerabili. Sebbene i tassi di immunizzazione per queste malattie siano attualmente inferiori rispetto ai livelli storici, la vaccinazione rimane essenziale per prevenire ospedalizzazioni e decessi.

Con l’arrivo dell’inverno, il rischio di malattie respiratorie raggiunge il suo apice. Tuttavia, molti individui considerano la pandemia da COVID-19 come qualcosa del passato, conducente a una certa compiacenza e stanchezza delle vaccinazioni. È fondamentale dare priorità alla vaccinazione tra gli anziani, inclusi i vaccini antinfluenzali, i richiami COVID-19, il RSV e la vaccinazione contro la polmonite raccomandata dai CDC a 65 anni. Queste misure salva-vita sono necessarie per proteggersi dalle tre minacce e mantenere l’immunità collettiva nella nostra società.

FAQ

1. Quali sono le tre principali infezioni respiratorie che rappresentano una sfida per gli adulti, specialmente gli anziani e coloro con patologie croniche?
– Le tre principali infezioni respiratorie sono l’influenza, il COVID-19 e il virus respiratorio sinciziale (RSV).

2. Quando raggiunge tipicamente il picco l’influenza?
– L’influenza raggiunge tipicamente il picco a febbraio e può estendersi fino alla primavera.

3. Quando si verifica prevalentemente il virus RSV?
– Il virus RSV si verifica prevalentemente in autunno.

4. Quali sono i tre vaccini consigliati per le persone di età superiore ai 65 anni contro l’influenza?
– I Centers for Disease Control and Prevention (CDC) raccomandano tre vaccini per le persone di età superiore ai 65 anni: dose elevata, ricombinante o adiuvato.

5. Qual è il vaccino più studiato e la scelta consigliata per le persone di età superiore ai 65 anni?
– Il vaccino ad alta dose è il più studiato e la scelta consigliata per le persone di età superiore ai 65 anni.

6. Quante malattie, ospedalizzazioni e morti ha previsto efficacemente il vaccino antinfluenzale dal 2010 al 2016 negli Stati Uniti?
– Dal 2010 al 2016, il vaccino antinfluenzale ha previsto efficacemente milioni di malattie, ospedalizzazioni e morti negli Stati Uniti.

7. Quanti decessi correlati all’influenza possono verificarsi in stagioni severe?
– In stagioni severe, i decessi correlati all’influenza possono arrivare fino a 60.000.

8. Quante ospedalizzazioni e vite ha previsto di salvare il vaccino COVID-19 negli Stati Uniti?
– Si stima che il vaccino COVID-19 abbia impedito 18,5 milioni di ospedalizzazioni e salvato 3,2 milioni di vite americane.

9. Quanti anziani muoiono ogni anno a causa del virus RSV?
– Ogni anno, oltre 14.000 anziani muoiono a causa del RSV.

10. Sono disponibili vaccini e iniezioni di anticorpi per prevenire le infezioni respiratorie inferiori da RSV nei gruppi vulnerabili?
– Sì, sono disponibili vaccini e iniezioni di anticorpi per prevenire le infezioni respiratorie inferiori da RSV nei gruppi vulnerabili.

11. A quale punto l’incidenza delle malattie respiratorie raggiunge il suo apice?
– L’incidenza delle malattie respiratorie raggiunge il suo apice durante l’inverno.

12. Qual è l’importanza delle vaccinazioni per gli anziani?
– Le vaccinazioni sono importanti per gli anziani per proteggersi dall’influenza, dal COVID-19, dal RSV e dalla polmonite, e per prevenire ospedalizzazioni e decessi.

Definizioni:

1. Influenza – Un’infezione respiratoria contagiosa causata da virus influenzali che può causare malattie lievi o gravi e, in alcuni casi, può portare alla morte.

2. COVID-19 – Una malattia infettiva causata dal virus della sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2).

3. Virus respiratorio sinciziale (RSV) – Un virus comune che causa infezioni respiratorie, che vanno da sintomi lievi simili al raffreddore a gravi infezioni delle vie respiratorie inferiori, specialmente nei bambini piccoli e negli anziani.

4. CDC – Centers for Disease Control and Prevention, un’agenzia nazionale di sanità pubblica negli Stati Uniti.

5. Immunizzazione – Il processo di rendere una persona immune o resistente a una particolare malattia infettiva mediante la somministrazione di un vaccino.

6. Polmonite – Un’infezione che infiamma i sacchi d’aria in uno o entrambi i polmoni, che possono riempirsi di liquido o pus, causando tosse con catarro o pus, febbre, brividi e difficoltà respiratorie.

Link correlati suggeriti:
– Centers for Disease Control and Prevention (CDC)
– World Health Organization (WHO)
– National Institutes of Health (NIH)

All Rights Reserved 2021
| .
Privacy policy
Contact